Home | tutti gli itinerari | Ugento

Ugento

UGENTO
Ugento è una città di 12.037 abitanti del Salento in provincia di Lecce. Sorge a pochi chilometri dalla costa del Mar Ionio, nella parte sud-occidentale della provincia.

Ugento, principale centro religioso del Salento, fu anche fortezza inespugnabile dal punto di vista militare e fiorente civiltà agricola e artigianale, vasto scalo navale di merci, sede di uno dei più imponenti porti del passato e per molti secoli una vera e propria potenza culturale.
Il declino della città ebbe inizio dalla rivalità con Taranto e fu definitivo con la conquista romana.


DA VEDERE

>Chiesa di S.Antonio un tempo annessa al convento dei Frati Minori Osservanti. Il monastero fu fatto edificare da Raimondello Orsini Del Balzo Conte di Ugento nel 1400
>Chiesa della Madonna della Luce. Sorge nel luogo in cui anticamente c' era un' altra cappella di dimensioni più piccole, anche essa dedicata alla Vergine, e andata distrutta dai fatidici eventi del 1537
>Chiesa del Curato.Piccola chiesa, è situata su una roccia scoscesa, all'incrocio tra via Barco e la vecchia via Ugento-Gemini. Il nome «Curato», proviene dal fatto che la chiesa si compone di un unico vano, con annessa la casa del curato
>Chiesa di San Lorenzo.Chiusa al culto da alcuni anni, sorge nel borgo di Ugento, in via della Luce. La cappella andò totalmente in rovina intorno al 1600 e venne ricostruita da donna Vittoria Piscicelli
>Chiesa del Casale.È una chiesa che sorge su di una collina fuori dalla città a sinistra, sulla strada che da Ugento porta a Torre San Giovanni. Le origini della chiesa dovrebbero risalire intorno al 1300-1400. 
>Cripta del Crocifisso.Si trova ad un Km. fuori da Ugento, a sinistra sulla strada che da Ugento porta a Melissano. La Cripta è scavata nella roccia tufacea ed è di dimensioni piccolissime.
>Anfiteatro. Per quanto concerne la sua ubicazione, la tradizione ci tramanda che sorgeva nel luogo oggi denominato «Armino». Tale ipotesi è stata avvalorata dal ritrovamento nel luogo di pregevoli monconi di colonne 
>Chiesa Cattedrale.La cattedrale è di origine relativamente recente, essendo stata quasi tutta la città distrutta nell incursione saracena del 1537. L'antica cattedrale era in stile gotico, quella attuale sorge sullo stesso sito ove sorgeva l'antica, e fu edificata intorno al 1700 e aperta al culto il 30 giugno 1745


APPUNTAMENTI

>Festa e fiera del patrono San Vincenzo (22 gennaio).
>Festa della madonna della Luce (16 febbraio): Legata ad un antico miracolo, nel quale si narra che la Madonna ridette la vista ad un vescovo cieco che si recava al santuario di Santa Maria di Leuca. Si festeggia la Vergine nel luogo dove è avvenuto il miracolo, dopo una processione verso la chiesetta sorta in loco.
>San Giuseppe (19 marzo): é consuetudine dar fuoco alle "focareddrhe", covoni di rami d'ulivo provenienti dalla mondatura annuale.
>Pasquetta alla Madonna del Casale: scampagnata all'eremo del Casale, una collinetta vicino al paese sul quale è sita una antica chiesa costruita da un naufrago sopravvissuto ad una tempesta grazie all'intervento della Madonna. Si tiene il lunedì successivo al Lunedì dell'Angelo.
>Festa di San Giuseppe Artigiano (1º maggio): festa dei lavoratori, festeggiato presso la parrocchia del Sacro Cuore di Gesù, con Sante Messe nella mattinata, processione nel tardo pomeriggio. Il programma civile comprende il ritorno da quest'anno della tradizionale sagra del dolce, concerto bandistico, luminarie, spettacolo pirotecnico e concerto di musica leggera o popolar-tradizionale.
>Festa della Madonna dell'aiuto (seconda domenica di agosto): >Festeggiamenti con fuochi pirotecnici e suggestiva processione in mare.
>Festa e fiera Santi Medici (26-28 settembre).
>Premio internazionale di archeologia Zeus città di Ugento (settembre): il Premio è un evento che si ripete annualmente ed ha come scopo quello di dare un riconoscimento pubblico a coloro che si distinguono nel campo dell'archeologia.
>Premio Mauro Carratta (nel mese di giugno): in ricordo di un giovane artista ugentino prematuramente scomparso, si tiene ogni anno gli inizi della stagione estiva un premio canoro per autori di crescente importanza, volto alla scoperta e alla promozione di giovani talenti musicali. Organizzata dall'associazione Gli Amici di Mauro, questa kermesse ha assunto negli anni un rilievo sempre maggiore. L'edizione 2009 si svolgerà il 20 giugno in Piazza San Vincenzo. Nel 2008 la manifestazione si si è tenuta il 5 luglio ed è stata condotta da Fernando Proce. Il primo premio ed il premio critica sono stati vinti dal cantautore torinese Fabio Caucino; il premio al miglior testo è stato vinto da Gianfranco Mauto di Roma, mentre quello alla miglior composizione musicale da Federico D'Annunzio di Ascoli Piceno

Dove dormire

Nessun esercizio presente

Dove mangiare

Nessun esercizio presente

Dove comprare

Nessun esercizio presente